LE NOSTRE PERSONE

Dipendenti in numeri

El.En. crede fermamente che le risorse umane costituiscano il più importante patrimonio aziendale. La capacità di innovare e perseguire l’eccellenza dipende dalle persone e dai collaboratori coinvolti in tutte le attività ed è il risultato della specializzazione, delle competenze e della passione che contraddistingue tutte le persone che lavorano nel Gruppo.



L'anno appena trascorso è stato uno dei più difficili e complicati da affrontare per tutti noi, la pandemia ha rallentato i piani di crescita a cui aspiravamo all’inizio dell’anno, ci ha costretto a ritmi di produzione ridotti e a margini sulle vendite inferiori per mantenere le posizioni sui mercati ed ha ridisegnato i nostri luoghi di lavoro e le nostre modalità operative ma non ha influito sulla nostra capacità di innovare e sulla attrattività della gamma dei prodotti che abbiamo immesso sul mercato: in questo anno è infatti emerso, alla base di tutto, l'eccellente qualità delle nostre risorse umane: proprio in questi mesi così difficili abbiamo più che mai apprezzato il valore delle competenze e della grande dedizione, che fanno del nostro personale il punto di forza della nostra attività.

In merito allo svolgimento delle attività aziendali sono state prese in maniera tempestiva importanti decisioni: tutte le aziende hanno incentivato fin da subito lo smart working per ridurre la presenza nelle sedi; sono stati inoltre effettuati investimenti in strumentazioni informatiche per fornire a coloro che non li avessero già in dotazione, pc portatili e router con dati internet, assicurando in questo modo la business continuity. Per quanto riguarda il personale operativo, in ogni azienda, soprattutto nei primi mesi della pandemia, è stato ridotto il numero di personale presente allo stretto necessario per una produzione strategica, sono stati organizzati turni di lavoro ridotti o a rotazione per garantire il distanziamento sociale, mentre le attività non essenziali sono state sospese.


Siamo 1.626 persone ed insieme formiamo un Gruppo internazionale in crescita, chiamato ad operare in contesti anche molto diversi tra loro sullo scenario globale; la nostra è infatti una squadra multiculturale: su 100 persone nel Gruppo Elen 45 lavorano in Italia, 42 in Cina, 9 in Germania e quello che rimane si distribuisce tra Giappone, Brasile e Francia.

La ricchezza delle nostre persone emerge anche dalle statistiche:

Il personale El.En. è prevalentemente giovane, nella fascia d’età tra i 30 e i 50 anni (62%), con il 24% di dipendenti con meno di 30 anni, mentre gli over 50 sono il 14%.

La forza lavoro è rappresentata per il 24% da donne, valore che sale al 32% se si considera la sola categoria degli impiegati; il carattere prevalentemente produttivo delle attività del Gruppo determina, infatti, una maggiore incidenza di lavoratori uomini nella categoria degli operai.

Il nostro impegno è volto a garantire un ambiente di lavoro costruttivo e dinamico che supporti l’eterogeneità delle persone e dei talenti, che sia stimolante e che offra opportunità di crescere professionalmente. La gestione delle risorse umane del Gruppo mira all’integrazione e al rispetto di tutte le diversità, rigettando qualsiasi discriminazione che derivi da nazionalità, orientamento sessuale, età, opinioni politiche o religiose. Il Gruppo, sostenendo e rispettando i diritti della persona in conformità con la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU, si impegna a evitare qualsiasi forma di discriminazione. Tale impegno si applica a tutti gli aspetti del rapporto del lavoro, inclusi assunzione, formazione, assegnazione del lavoro, promozione, trasferimento e conclusione.

 





Formazione

La formazione è da sempre considerata fondamentale per la crescita del personale e per lo sviluppo delle competenze chiave alla base del successo aziendale. Promuoviamo training continui con corsi sia di aggiornamento che dedicati a tematiche specifiche, al fine di potenziare le conoscenze e le specializzazioni di ciascuna risorsa all’interno dell’organizzazione.





L’attività di formazione mira a stimolare ed ampliare le competenze professionali dei propri dipendenti ed è strutturata per assicurare un’offerta differenziata orientata a coinvolgere tutte le categorie professionali a tutti i livelli.

Nel corso del 2020 sono state erogate 27.111 ore di formazione con una media pari a 16,7 ore per ciascun collaboratore.


I principali percorsi di formazione e di addestramento promossi complessivamente dalle società Gruppo nel 2020 sono stati:

- formazione sui temi di salute e sicurezza, relativi quindi all’apprendimento o all’aggiornamento delle normative e delle regolamentazioni di legge e/o aziendali in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro;

- formazione relativa alle specifiche del sistema di qualità per l’apprendimento delle procedure operative necessarie in ogni fase del processo di produzione;

- formazione tecnica specialistica per il potenziamento delle competenze che consentono di svolgere in maniera ottimale il ruolo assegnato;

- formazione linguistica relativa al potenziamento delle competenze linguistiche delle risorse coinvolte;

- formazione inerente i sistemi informativi per acquisire le competenze in ambito prettamente informativo (es. conoscenza di determinati software);

- formazione per i nuovi assunti;

- addestramento sul lavoro (on the job), solitamente effettuato per periodi determinati all’interno delle aziende ed erogato da altri dipendenti qualificati.







Salute e sicurezza

Ci impegniamo a garantire un ambiente di lavoro sano e sicuro conforme alle normative in ambito di sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente. Il nostro obiettivo è quello di diffondere e sviluppare tra le persone la consapevolezza dei rischi connessi alle attività lavorative svolte e promuovere comportamenti responsabili da parte di tutti i lavoratori, con programmi mirati volti a prevenire potenziali danni alle persone.





Mai come in questo anno l’accessibilità in sicurezza sul luogo di lavoro è stata una priorità per tutte le aziende del Gruppo El.En. A seguito dell'emergenza sanitaria mondiale sono state definite in ogni sede lavorativa e sono tutt'ora in vigore delle rigorose procedure di accesso che vietano l’ingresso a chiunque mostri sintomi influenzali e o temperatura corporea superiore a 37,5°C.

Le procedure prevedono punti di accesso specifico dove è stato istallato un dispenser per sanificazione delle mani, un box approvvigionamento delle mascherine ed una postazione per la rilevazione della temperatura corporea; Sono state create varie procedure per ambiti particolari da gestire; in generale fanno riferimento a procedure comportamentali che prevedono il divieto di assembramenti, l’adozione di comportamenti corretti dal punto di vista dell’igiene, l’obbligo di indossare sempre la mascherina chirurgica all’interno degli ambienti chiusi ed il mantenimento della distanza interpersonale di sicurezza. Per tutte quelle mansioni potenzialmente più esposte al rischio e che vengono eseguite all’esterno del comprensorio di Calenzano, i lavoratori sono stati dotati di DPI ulteriori quali mascherine FFP2 e guanti monouso. Tutti i punti di accesso/uscita o afferenti ai vari reparti sono stati allestiti con dispenser per la sanificazione. Le postazioni di lavoro sono state distanziate e ricollocate per poter rispettare i limiti di legge per la prosecuzione in sicurezza delle attività lavorative.

Sono state diffuse le regole comportamentali di igiene e sicurezza attraverso cartellonistica, flyer e dépliant posizionati nei punti di maggior visibilità e passaggio, ma anche per via telematica tramite la email aziendale e conservate all’interno di una cartella a disposizione di tutto il personale all’interno del server aziendale per avere una maggior diffusione delle procedure e dei corretti comportamenti da seguire. Sono stati attuati e vengono tuttora attuati interventi di pulizia e sanificazione ordinaria e straordinaria di superfici e ambienti, è stata incrementata la frequenza delle pulizie e delle sanificazioni giornaliere per garantire a fine turno, o comunque ogni volta che c’è necessità, l’igienizzazione delle sale, delle postazioni e delle attrezzature utilizzate. Per l’utilizzo dei mezzi comuni a più operatori (ad es. attrezzature di lavoro quali mezzi di sollevamento, carrelli elevatori, macchinette del caffè, etc.) le aziende hanno previsto procedure di pulizia con idonei prodotti fra un utilizzo e l’altro. La Capogruppo El.En. S.p.A. ha creato un Comitato di Emergenza Straordinario per far fronte alla pandemia Covid 19 che ha preso importanti decisioni sia in merito alle misure straordinarie con particolare riferimento alle ricadute sulla sicurezza e salute dei lavoratori sopra menzionate sia sull’attività ed andamento economico e di continuità del business dell’organizzazione di tutte le controllate del Gruppo El.En..

In tutte le società produttive del Gruppo il tema della salute e sicurezza è gestito e presidiato tramite processi che, sebbene non centralizzati e coordinati al livello di Gruppo, garantiscono che in ogni subsidiaries siano presenti delle procedure legate alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, dei momenti di formazione dei lavoratori e l’implementazione di azioni correttive e di miglioramento. In tutte le società produttive vengono identificate funzioni e figure responsabili in materia di salute e sicurezza (ad esempio, datore di lavoro, RSPP e preposti per le società italiane; general manager e department manager per le società cinesi; datore di lavoro e safety manager per la società tedesca).

In tutte le società produttive sono previsti dei momenti formativi e informativi riguardo alla salute e sicurezza sia al momento dell’assunzione che successivamente, con cadenza periodica. La struttura e la tipologia dei corsi di formazione vengono definiti dalle singole società ma, in generale, tutte prevedono sia formazione per rischi generici che formazione per rischi specifici legati a determinate mansioni, formazione per il primo soccorso e periodici corsi di aggiornamento.

Vista la natura dell’attività produttiva svolta, tutte le società hanno fissato delle procedure di sicurezza e prevedono dispositivi di protezione collettivi e individuali per i rischi legati alle radiazioni ottiche artificiali. In particolare, tutti gli addetti alla produzione dispongono di dispositivi di protezione individuale e poi, in maniera diversa, sono previsti dispositivi per la prevenzione o la protezione collettiva quali paratie, box contenitivi e tornelli per delimitare le aree produttive.





Welfare



Il benessere delle proprie persone è il fattore chiave per il successo aziendale. Le competenze tecniche infatti non bastano a garantire un buon risultato ma è necessario che l’azienda offra ai propri dipendenti un ambiente che possa stimolarne le potenzialità e le capacità.

Per supportare, favorire ed implementare il benessere delle proprie persone il Gruppo El.En. considera il welfare uno strumento molto innovativo rispetto ai tradizionali metodi di retribuzione e incentivazione, destinato a diventare parte integrante di una moderna ed efficiente gestione delle risorse. Piani di welfare sono stati previsti da parte della controllata giapponese e delle due controllate cinesi. Le società italiane del Gruppo, in base a quanto previsto dal CCNL di settore applicato, erogano una parte della retribuzione in flexible benefits. In particolare, per le società del polo di Calenzano e Prato, attraverso la dotazione di una specifica piattaforma, ogni lavoratore può scegliere il bene o il servizio di welfare che più si addice ai propri interessi e necessità, come, ad esempio, le spese di assistenza domiciliare o servizi sanitari, rimborso delle spese scolastiche, previdenza complementare, corsi di formazione, beni ricreativi, beni in natura e servizi di trasporto collettivo. Inoltre, con l’accordo aziendale sottoscritto pochi mesi fa si è data la possibilità di convertire l’importo che spetta ai dipendenti a titolo di premio di risultato, nella misura massima del 50%, in beni, prestazioni e/o servizi welfare. Con tale accordo le aziende hanno anche concesso trattamenti migliorativi rispetto al CCNL vigente garantendo un giorno di permesso retribuito aggiuntivo per lieto evento rispetto a quelli previsti dalla normativa vigente e, quale trattamento di miglior favore, i primi tre giorni delle assenze per malattia non superiori a cinque giorni saranno retribuiti al 100% anche dopo il verificarsi del terzo evento. La controllata Quanta System S.p.A. ha introdotto, nell’accordo di secondo livello, la possibilità per ogni dipendente di convertire in welfare l’intero premio di produzione.Le aziende italiane, come da contrattazione collettiva, aderiscono a fondi di assistenza sanitaria per tutti i dipendenti.

Nelle società del Gruppo con sede a Calenzano e a Prato è da sempre offerto un servizio di mensa gratuito per tutti i dipendenti, mentre la controllata Quanta System S.p.A. ha all’interno della propria struttura una palestra a disposizione di tutti i lavoratori. Ambienti dedicati al benessere dei dipendenti sono stati realizzati anche per le società con sede a Calenzano e per le controllate Asclepion e Asa: si riportano di seguito i dettagli:

El.En. Wellness Academy 

Sono stati inaugurati all’inizio del 2019 i nuovi ambienti dedicati al benessere dei dipendenti delle società del polo di Calenzano. Il nuovo spazio si sviluppa su 500 mq, è dotato di attrezzi e macchinari di ultima generazione per il wellness e di un playgroud indoor, per sfide a due/quattro giocatori a basket e calcio. Ad incorniciare il tutto ci sono dei murales realizzati da un noto street artist del capoluogo toscano, che raccontano il rapporto tra Firenze, la tecnologia ed il futuro, dove la componente umana è elemento di continuità ed unione. Ed è per valorizzare e promuovere l’importanza dei rapporti umani, del confronto e della condivisione che nasce quest’area polivalente all’interno di El.En. L’iniziativa fa parte di un percorso di sviluppo del welfare per gli oltre 300 dipendenti dell’azienda fiorentina che lavorano a Calenzano. Tutte queste azioni innalzano la qualità della vita lavorativa all’interno dell’azienda e rientrano nel progetto più ampio che l’Azienda ha avviato da qualche anno rivolto ai propri dipendenti e che ha come obiettivo quello di prendersi cura a 360° del benessere delle persone. È sempre più importante affiancare al percorso formativo e di carriera di ogni figura professionale un investimento che porti alla creazione di un ambiente di lavoro energico ed appagante, che stimoli il lavoro di squadra.

Siamo convinti che lavorare in un ambiente costruito “su misura" promuova un maggior spirito di appartenenza all’azienda, premessa indispensabile per il suo futuro.

 

Asclepion GmbH


Nella seconda metà del 2019 la controllata tedesca Asclepion GmbH ha inaugurato un nuovo edificio, sorto su un terreno adiacente all'edificio preesistente ed a questo collegato; il nuovo stabilimento a tre piani offre ulteriore spazio per gli uffici per oltre cinquanta dipendenti, nuove aree di produzione e stoccaggio oltre a una cleanroom, una zona dedicata all’assistenza tecnica ed un modernissimo centro di formazione per i clienti; la sala meeting può contenere circa cento persone e può essere suddivisa in tre spazi più ridotti. Sono inoltre presenti tre sale per effettuare trattamenti dimostrativi, ognuna con il proprio spogliatoio. L’ampliamento è stato pensato per realizzare un ambiente di lavoro ancora più accogliente per tutti i dipendenti con un’ampia zona caffetteria per circa cento persone, un’area fitness con due sale nelle quali vengono offerti quattro corsi sportivi a settimana e un’ampia terrazza panoramica sul tetto, con un giardino al suo interno.

 

Asa S.r.l.


La società controllata ASA S.r.l. ha inaugurato la nuova sede aziendale alla fine del 2019. Tecnologia e sostenibilità sono alcune delle linee guida seguite nell’edificazione del nuovo sito aziendale, che nasce con la precisa volontà di mettere al centro il benessere e la salute delle persone.

Nel segno del welfare e dello spirito d’appartenenza, la nuova struttura, che ospita produzione e area uffici, ha previsto l’adozione di soluzioni innovative nella gestione degli spazi e nella scelta degli arredi. L’edificio, già predisposto per un futuro ampliamento, nasce dall’esigenza di adeguare l’azienda alle sue nuove necessità e vede lo sviluppo di spazi appositamente destinati al training sia di clienti e venditori che del personale tecnico dei service, la ridistribuzione intelligente delle aree funzionali per migliorare la qualità del lavoro e l’adozione di locali operativi open space che, grazie ad uno studio ad hoc degli arredi e all’uso di pannellature fonoassorbenti, pur garantendo privacy e acustica, favoriscono il lavoro di squadra. Ad agevolare la condivisione sono inoltre diverse meeting room, job island, un punto ristoro e isole “break coffee” con distributori di acqua microfiltrata per abbattere l’utilizzo di plastica. Inoltre in tutto l’edificio la climatizzazione inverno/estate è assicurata da un impianto in pompa di calore ad alta efficienza energetica, con sistema di distribuzione a canali microforati, che permette una diffusione distribuita dell’aria e della temperatura evitando le ventilazioni.

La struttura è stata pensata anche per agevolare l’intera catena di produzione; i flussi sono stati progettati per permettere la migliore gestione dell’operatività sviluppata secondo i precetti di lean manufacturing che, debitamente integrati nel layout, offrono benefici in termini di organizzazione, tempi di attraversamento, movimentazione delle merci e sicurezza sul lavoro.

Inoltre la scelta del nuovo terreno edificabile sul quale far sorgere lo stabilimento produttivo è stata presa anche in considerazione del fatto di aver trovato uno spazio edificabile vicinissimo a quello precedente, che ha permesso di non creare disagio al personale, evitando di stravolgerne abitudini o generando difficoltà nello spostamento. Preservare il benessere dei dipendenti era tra i diktat che la Direzione si era posta prima di dare forma a questo progetto che, a partire dalla fase di sviluppo, ha tenuto conto delle loro necessità.

La capogruppo El.En., in occasione dell’inaugurazione dello stabilimento di ASA S.r.l. le ha donato un DAE, defibrillatore semiautomatico esterno (anche nel polo di Calenzano ne sono presenti due), rendendo così l’azienda una struttura cardio protetta e pronta ad utilizzare al meglio questo prezioso strumento, di vitale importanza per la salute di tutti coloro che si trovino di fronte a situazioni critiche.

Risultati e obiettivi

8) Garantire la salute e sicurezza all'interno del luogo di lavoro

Azioni Risultati 2020 Obiettivi 2021 - 2022
• Promuovere la cultura della salute e sicurezza sul luogo di lavoro;
• Esplicitare le attività che ogni società svolge in materia di salute e sicurezza per procedere alla definizione di una procedura delle attività comuni.
• Erogate oltre 2.900 ore di formazione su salute e sicurezza; Continua promozione di strumenti formativi e informativi sulla salute e la sicurezza per i dipendenti

9) Aumentare il benessere delle persone

Azioni Risultati 2020 Obiettivi 2021 - 2022
  • Miglioramento del benessere dei dipendenti durante l’orario di lavoro;
  • Diffondere una cultura del benessere, attraverso programmi mirati a incoraggiare l’adozione di uno stile di vita sano;
  • Definire programmi per garantire l’accesso ai migliori servizi sanitari e a piani di Welfare;
  • Somministrare ai dipendenti indagini annuali di clima interno;
  • Terminati i progetti di ristrutturazione dei locali per le società con sede a Calenzano;
  • Terminati i progetti di ristrutturazione delle linee di produzione medicale ed industriale di El.En. S.p.A.
  • Inaugurata la "Green Factory" cinese, secondo stabilimento produttivo della controllata Penta Laser Wenzhou;
• Prosecuzione di iniziative di welfare;
• Erogazione di programmi di sensibilizzazione per la diffusione di una cultura del benessere;
• Provvedere alla somministrazione ai dipendenti di indagini annuali di clima interno

10) Promuovere la formazione e la valorizzazione del capitale umano

Azioni Risultati 2020 Obiettivi 2021 - 2022
  • Definire e implementare programmi di formazione e sviluppo;
  • Attrarre giovani risorse attraverso partnership con le università e con i centri di ricerca.
• Oltre 27.100 ore di formazione erogata a livello consolidato;
• La Policy sui Diritti Umani approvata da El.En. è stata recepita da parte di tutte le società controllate e diffusa a tutti i dipendenti del Gruppo;
• Effettuata una formazione specifica per i dirigenti e i quadri di tutte le controllate del Gruppo El.En. dal titolo “Anticorruzione, Codice Etico e Diritti Umani” (sono stati raggiunti 177 dipendenti).
•  Sensibilizzare e rinforzare la percezione delle Persone in merito alle tematiche di diversity e diritti umani;
• Proseguire l'attivazione di partnership con le università e i centri di ricerca;